Accedi o Registrati per conoscere le preparazioni allestibili dalla farmacia

Le notizie e gli articoli su questo sito sono esclusivamente a carattere informativo e scientifico. I pazienti sono tenuti sempre, in ogni caso, a consultare il proprio medico il quale consiglierà l'eventuale terapia necessaria

Sei interessato all'acquisto di preparazioni del nostro laboratorio?

Preparazioni

Non hai trovato la tua molecola? Inviaci comunque la richiesta della tua preparazione anche solo per informazioni

Richiedi

Obbiettivo bellezza: i supercibi

Obbiettivo bellezza: i supercibi

Parlando di bellezza, qual è la cosa che più salta all’occhio guardando una persona sana e bella? Qual è l’organo più in evidenza ed esteso del nostro corpo che racconta molto del nostro stato di salute fisico e mentale? La pelle!! La nostra pelle infatti si estende in media per quasi 2 metriquadri e conta per ogni centimetrocubico 3 milioni di cellule, 1 metro di capillari, 4 metri di fibre nervose...e oltre 400 recettori nervosi. Non è un semplice involucro che ci riveste, ma è un vero e proprio organo filtrante. Deve lasciar passare ciò di cui abbiamo bisogno e permettere la fuoriuscita di ciò che invece va smaltito. E’ un organo abbastanza complesso: lo strato esterno è l’epidermide vera e propria barriera formata da cheratinociti e melanina, il pigmento prodotto dai melanociti la cui funzione è apprezzata soprattutto in estate. Lo strato sottostante l’epidermide è il derma ricco di nervi, ghiandole, formato da collagene ed elastina che conferiscono sostegno ed elasticità; la pelle viene mantenuta morbida dalla presenza di grassi e di glucosamin glicani, simili a zuccheri, che legano l’acqua importante per l’idratazione della stessa pelle. L’esposizione eccessiva al sole, il fumo di sigaretta, l’inquinamento, l’alimentazione ricca di zuccheri e grassi saturi ma povera di antiossidanti e proteine, la carenza di sonno, l’uso eccessivo di saponi aggressivi...accelerano l’invecchiamento cutaneo. Il collagene diviene scarso, l’elastina si degrada, i lipidi scarseggiano e la pelle si affloscia; complice la forza di gravità democratica e universale contro la quale nulla possiamo. Dove invece possiamo intervenire? Eliminando tutti i fattori di invecchiamento e cercando di ridurre il più possibile il cosi detto stress ossidativo! Ed è qui che entrano in gioco i supercibi o nutraceutici, che sono quei cibi ai quali è riconosciuta una valenza farmaceutica ossia che hanno un effetto farmacologico sul nostro organismo... In particolare hanno la capacità di combattere lo stress ossidativo, lo stato di infiammazione cronica e quindi l’invecchiamento cellulare; motivo per cui dovrebbero entrare a far parte della nostra alimentazione quotidiana. Fra questi nutraceutici si trovano le bacche di Gogj alla ribalta negli ultimi anni e di interesse anche per la medicina occidentale per il loro alto contenuto in Calcio, Potassio, Ferro, Zinco, Selenio, Betacarotene e Vitamina C, un mix di micronutrienti e vitamine che conferiscono loro un elevato potere antiossidante. Si possono mangiare cosi come sono, hanno un sapore che ricorda la prugna, oppure si posso aggiungere ad esempio allo yogurt e farne una muesli. Nell’elenco dei supercibi entrano a buon diritto anche i semi di Chia (Salvia Ispanica) che hanno un elevato contenuto di Vitamina C, Calcio, Omega 3 ed Omega 6; contengono inoltre Potassio, Ferro, Selenio, Zinco e Magnesio. Sono ricchi di mucillaggine che risulta essere un vero e proprio spazzino per l’intestino pigro; svolgono inoltre un’azione di controllo sul livello degli zuccheri nel sangue e quindi sono utili anche nel controllo del peso corporeo. Importante è il loro contenuto in acidi grassi insaturi, i famosi Omega 3 e 6, che concorrono ad aumentare la fluidità della membrana cellulare. Se la membrana cellulare è più fluida le cellule interagiscono più efficacemente con l’ambiente circostante scambiando più facilmente sostanze ed acqua, ciò è importante per mantenere la pelle luminosa ed idratata. Un ultimo sguardo va rivolto al The Verde, differente da quello nero perché le foglie non vengono fatte fermentare e quindi non si ossidano; l’assenza di ossidazione le rende particolarmente ricche di antiossidanti tra cui le epigallo catechine, preziose molecole antiradicali liberi e quindi antiossidanti ed antinvecchiamento. Inoltre il The Verde ha una azione di stimolo sulla termogenesi che comporta l’utilizzo degli acidi grassi che vengono trasformati in calore ed energia….. facendoci dimagrire!! Concludendo, per mantenere la nostra pelle luminosa e “giovane” anche in età avanzata è importante il nostro stile di vita, la qualità del sonno, il contenimento dello stress e, cosa molto importante, ciò che introduciamo quotidianamente a tavola. Non devono mai mancare frutta e verdura di stagione….; ma se vogliamo qualcosa in più possiamo abituarci a consumare questi supercibi, cominciando ad introdurli in piccole dosi;…… anche se in modiche quantità contribuiscono certamente a migliorare il nostro aspetto….ed il nostro….umore !!